Unità Cinofile

 

cinofili

Da sempre il cane è il simbolo della fedeltà e della collaborazione fra uomo e mondo animale. L’acuta intelligenza, l’adattabilità a tutti gli ambienti ha, da sempre, fatto di questo splendido animale il migliore amico dell’uomo. Il cane ripaga la nostra amicizia con un affetto senza limiti e con una partecipazione attiva nella nostra vita che ce lo fa sentire più vicino. Sorveglia le nostre case, ci fa semplicemente compagnia oppure può essere impiegato per lavori della più varia natura. Molte razze canine sono diventate specializzate in diversi campi: cani da pastore, cani da guardia, cani da difesa, cani da caccia, cani da compagnia. Ma non finisce qui, ci sono cani che, con appropriati corsi di specializzazione, possono diventare ottimi cani da salvataggio.

Abbiamo così cani per la conduzione di non vedenti, cani da salvataggio in mare, cani da valanga, cani per la ricerca e per l’individuazione di persone. Sempre più spesso si vedono immagini in TV di cani specializzati nella ricerca di persone ancora vive sopravvissute ad un terremoto o ad un crollo. Sono preziosi, precisi, insostituibili. Il loro posto può essere preso esclusivamente da sofisticati e costosi macchinari tecnologici. Sfruttiamo la loro maggiore sensibilità in cambio dell’amore e del rispetto che riusciamo ad offrire loro. Non chiedono molto ma sono disposti a rischiare la loro vita per salvarci, meritano molto più di quanto riusciamo ad offrire loro. Questa parte del sito della CRI è dedicata a loro e ai loro operatori.

Nel Comitato della Bassa Sabina, si è concretizzato il progetto di formare un Gruppo di cinofili.

Per diventare Unità Cinofila da Soccorso (UC) della Croce Rossa Italiana occorre:

  1. essere un Socio Attivo CRI;
  2. possedere un cane e non (le cui caratteristiche fisiche e comportamentali saranno attentamente valutate in fase di selezione);
  3. stipulare una convenzione con il Comitato Centrale di Roma.

Al conduttore verranno insegnati:

  1. l’educazione del cane;
  2. l’addestramento del cane all’attività di ricerca;
  3. l’attività fisica per il cane;
  4. la psicologia del cane;
  5. il primo soccorso al cane;
  6. altre nozioni sanitarie per il cane (vaccinazioni, alimentazione, etc.);
  7. le tattiche e le tecniche di ricerca;
  8. cartografia e orientamento;
  9. l’autoprotezione;
  10. l’uso degli apparati radio e informatici.

Per quanto concerne il cane, non esistono razze specifiche per poter accedere all’Unità Cinofila: sono tuttavia indispensabili un carattere equilibrato ed una buona tempra del cane, nonché alcune caratteristiche fisiche di base.

L’attività cinofila si articola nelle seguenti specialità:

-Soccorso Cinofilo in superficie;

– Soccorso Cinofilo su macerie;

– Soccorso Cinofilo su valanga;

– Soccorso Cinofilo in acqua;

– Pet-Therapy [Terapia assistita con gli animali];

– Attività dimostrative, didattiche, di prevenzione, promozionali e di propaganda.

 

Per info: segreteria@cribassasabina.it